Tamburi Contraddetti

Giorgio Consoli

6 mag 2022

Un percorso iperurbano, di periferia resistente e molteplice fino all’approdo davanti al mare e alle altre Taranto a stagliarsi. E che il mare ci salvi, ostinati Ulisse per un giorno tarantini.

Percorso di: Associazione Nahìa

Dove si trova il percorso: Taranto

Livello di difficoltà: Medio Durata percorso: 50 minuti

Info stradali: Strada asfaltata


Giornate IDA: venerdì 6 maggio ore 18:30


Referente: Giorgio Consoli 3337743478



Il quartiere Tamburi di Taranto è uno dei più tristemente noti d’Italia, legata alla drammatica e per molti aspetti vergognosa questione legata all’impianto siderurgico ad esso adiacente. Un micro cosmo emblematico per una delle città più controverse e splendide, nonostante tutto, al mondo: Taranto. Capitale della Magna Grecia, città dei due mari, ferita sventrata e nonostante tutto assetata di rinascita e splendore. Attraverso le voci di alcuni suoi figli e un massimo poeta greco (greca è parte integrante della storia di Taranto), Ghiannis Ritsos, la città viene raccontata e attraversata da uno dei suoi punti più suggestivi, tremendi per certi versi ma esempio lampante di una moltitudine contenuta di splendori e miserie. Benvenuti ai Tamburi e che i suoni cambino presto…colore. Un percorso iperurbano, di periferia resistente e molteplice fino all’approdo davanti al mare e alle altre Taranto a stagliarsi. E che il mare ci salvi, ostinati Ulisse per un giorno tarantini. (G.C.)


 

Gli Artisti