5:20 (ME)


Percorso di: WILLIAM CARUSO Drammaturgia sonora: FRACARGIO con la collaborazione: della Scuola di Musical e recitazione VAUDEVILLE di Messina di Alessandro Alù e con il gentile sostegno del Museo cultura e musica popolare dei Peloritani


Dove si trova il percorso: Messina

N° Tappe: 7 Durata percorso: 1 h Info stradali: Strada asfaltata del centro città Livello di difficoltà: facile


Giornate Ida: Venerdì 30 settembre, Sabato 1 ottobre, Domenica 2 ottobre; orari: 17:30, 19:30, 21:00.


5:20 è il titolo di questo percorso audio itinerante liberamente ispirato alla storia del terremoto di Messina del 1908: il 28 dicembre di quell’anno, infatti, alle 5:20 del mattino, Messina venne colpita da un sisma tra i più catastrofici nella storia europea per numero di vittime. Il mio intento è quello di far vedere questo momento storico da un punto di vista più quotidiano, cercando di riscoprire, con questo percorso a più voci, sensazioni ed emozioni umane.


 

Gli Artisti


William Caruso


Attore e studioso della voce in ambito artistico.

Nel 2016 consegue il BA in Acting presso l'Università del Galles. Alla fine del 2016 è ammesso all’Accademia dell’INDA di Siracusa. Nel 2018 prende

parte come attore alle regie di Emma Dante, Giampiero Solari e Giorgio Barberio Corsetti al Teatro Greco di Siracusa.

Nell'agosto 2021 è Didascalia in "Sconosciuti", studio della compagnia Landscape7 al Contamina Festival di Piombino. A settembre 2021 interpreta

Lui in "In Tacito Quadrante", scritto e diretto da Auretta Sterrantino e messo in scena al Cortile Teatro Festival di Messina. A fine ottobre 2021 interpreta

Don Pedro in Molto rumore per nulla al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, per la regia di Giampiero Cicciò.

Nell’estate 2022 è nel Coro dell’Edipo Re di Robert Carsen al Teatro Greco di Siracusa.

Tra il 2018 e il 2022 approfondisce gli studi sulla voce con: Matteo Belli, Naomi Eyers, Anne-Marie Speed, Alfonso Gianluca Gucciardo, Fabio Lazzara, Francesco Mecorio.

Dal 2020 collabora con la pedagoga della voce Francesca della Monica al progetto "La Voce Eretica", per diffondere il metodo Spatium-Vocis in Italia e all'estero.



Fracargio


Fracargio è un gruppo musicale siciliano. È il principale progetto di Diaphonia Edizioni. La formazione è composta da Francesco Lipari (percussioni, flauto basso, friscaletti), Dario Pino (live electronics, tastiere, synth), Carmelo Giambò (fisarmonica), Carmen Mazzeo (flauto traverso, flauto barocco).

Lo stile musicale mira al connubio tra composizione, improvvisazione e tecnologia, ricercando interazioni con altre forme di espressione: la letteratura, le arti figurative, la musica popolare, il teatro. Attualmente la lingua siciliana è diventata elemento estetico prevalente del linguaggio musicale del gruppo.

Il debutto discografico è del 2017 con l'EP digitale Agni Parthene, contenente due brani. Segue, l'anno successivo l'album con quattro tracce, pubblicato anche in formato cd fisico. I brani contenuti nel disco sono stati eseguiti in concerti a Barcellona Pozzo di Gotto, Messina, Berlino.

Il 28 febbraio 2021 esce il nuovo singolo Fa focu amuri che anticiperà l'omonimo album pubblicato a settembre 2021.

Ha realizzato i progetti Cuntimi... cincu favuli assai famusi, Odiamuri, e E Natali ci annunziò, oggi nel repertorio del gruppo Sulamuri, un nuovo progetto Diaphonia.



Compagnia Teatrale Vaudeville di Messina


La Compagnia Teatrale Vaudeville è nata nel 2007 da un’idea del regista e formatore teatrale Alessandro Alù, che voleva riportare il teatro musicale nella propria città ed allo stesso tempo creare un polo di formazione stabile per tutti gli appassionati del genere.

Nonostante il Musical sia il genere primario che ha portato negli anni la compagnia ad essere apprezzata anche fuori Messina, Vaudeville produce anche spettacoli di prosa sperimentando nuovi stili e tecniche teatrali. Tra quelli più meritevoli di menzione: Una Notte a Broadway, spettacolo vincitore del Premio Adolfo Celi 2010; La Sala da Pranzo di A. R. Gurney, per la prima volta in Italia.

Degni di nota anche gli spettacoli della “Compagnia dei Filodrammatici